18 - 19 Maggio

LABORATORI SCALA

Via Bergognone 34, Milano
INGRESSO LIBERO: 11.00 - 17.00

Dietro ogni spettacolo teatrale non c’è solo il lavoro di chi viene applaudito sulla scena. Lontano dai riflettori lavorano costumisti, scenografi, falegnami, scultori…  Tutto quello che sarà sul palco del Teatro più bello del mondo, La Scala, nasce qui, in quella che era la sede di uno dei più grandi complessi industriali cittadini, l’ex Ansaldo. Che adesso è una fucina che non produce più treni ma cultura e che custodisce sessantamila costumi di scena.

Aperto sabato e domenica. Le visite sono libere.

LABORATORI SCALA

I laboratori del Teatro alla Scala, prima dislocati nelle sedi di Bovisa, Pero, Abanella e nello stesso Piermarini, sono riuniti, dal 20 febbraio 2001, presso l’ex-insediamento industriale delle acciaierie Ansaldo a Milano.

Un’imponente struttura di 20.000 metri quadrati, divisa in tre padiglioni intitolati al regista Luchino Visconti, allo scenografo Nicola Benois e al costumista Luigi Sapelli (nome d’arte Caramba), capace di ospitare la maggior parte delle lavorazioni artigianali degli allestimenti scenici: scenografia, scultura, termo-formatura, falegnameria, officina meccanica, assemblaggio scene, sartoria, elaborazione costumi, lavanderia.

Uno spazio dove oltre ad essere custoditi più di 60.000 costumi di scena, sono ospitate le sale prova per il coro e uno spazio scenico per le prove di regia perfettamente corrispondente al palcoscenico del Piermarini.

Un patrimonio che esiste grazie al lavoro quotidiano degli oltre 150 addetti tra falegnami, fabbri, carpentieri, scenografi, tecnici di scenografia, scultori, sarte, costumiste che da un semplice bozzetto realizzano l’intero allestimento scenico.