I mestieri artigianali non sono un’aggiunta, sono il fondamento. Dolce & Gabbana, la casa di moda fondata dagli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana nel 1985, è sinonimo di lusso autentico. Non è solo la ricerca dei materiali eccellenti, la sofisticata combinazione di creatività e tradizione.

Lo stile Dolce & Gabbana irradia nuove forme di un’eleganza non convenzionale perché esprime direttamente lo spirito del Made in Italy e la sua vivacità. La cura al dettaglio, il desiderio di coltivare una fucina d’arte rivolta a maestri artigiani come sarti, ricamatori e tessitori, la valorizzazione del “fatto a mano”.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Dolce&Gabbana (@dolcegabbana) on

Per la maison milanese questi sono gli ingranaggi perfetti che mettono in moto la magia delle collezioni che dopo aver superato lo spettacolo delle sfilate, raccontano l’eccellenza della moda italiana nel mondo – ogni giorno. L’ispirazione e la fonte di energia inesauribile del brand sono le bellezze del nostro Paese, da Portofino a Capri passando per il Rinascimento fiorentino, la capitale e il pizzo nero di Sicilia. Radici profonde e tendenza all’innovazione alimentano il desiderio di tramandare queste competenze.

Per questo Dolce & Gabbana, già diversi anni fa (nel 2012), crea dei laboratori dedicati alla formazione di nuove generazioni di esperti artigiani, le Botteghe di Mestiere. Tra questi, il laboratorio di Sarmeola di Rubano, in provincia di Padova. Dove ago, filo e forbici, come nelle botteghe di un tempo, sono strumenti per arrivare alla bellezza e alla qualità che hanno sempre distinto – con orgoglio – il nostro Paese. E Dolce & Gabbana, con saggezza, prosegue la tradizione.