Una piccola cucitura, un ricamo prezioso, il dettaglio nella stoffa, la mano della pelle. L’artigianalità eccellente nella moda è frutto di pazienza, estrema cura e passione. Le stesse caratteristiche si ritrovano nelle cantine associate al Consorzio di Tutela del Prosecco DOC, che da centinaia di anni, tramandano cultura del buon gusto in ogni goccia, calice e bottiglia.

Da un lato la ricchezza di territori e regioni diverse in tutta Italia, con le sue differenze e peculiarità. Dall’altra una terra e un’anima circoscritta, quella dei vitigni compresi tra le zolle soffici del Veneto e quelle del Friuli Venezia-Giulia. Da Trieste fino a Padova e Vicenza, una filiera di produzione che unisce un saper fare antico che si sviluppa su oltre 24 mila ettari distribuita in tradizioni familiari e una miriade di piccoli produttori di nicchia, con un’estensione terriera media che corrisponde a poco più di due ettari ciascuno.

Valorizzare un unicum italiano e la sua importanza storico-enologica unisce il Consorzio Prosecco Doc alla missione di ApritiModa, che per due giorni apre le porte di maison, laboratori, atelier, fabbriche e musei per scoprire il ben fatto e il bello del nostro Paese. «È solo attraverso la perseveranza nel cercare il miglioramento che si ottiene l’eccellenza tipica del made in Italy, del quale settore moda e comparto agroalimentare costituiscono due ambiti tra i più rappresentativi», sottolinea il presidente del Consorzio Prosecco Doc Stefano Zanette.

I criteri della sartorialità d’alta moda, come la scelta delle materie prime per la creazione di capi e accessori perfetti, si ritrovano anche in vigneto e in cantina.  Esperienza e determinazione sono ingredienti che si uniscono per la selezione dell’uva Glera perfetta per ottenere i sentori floreali e fruttati caratteristici del Prosecco DOC. Dal connubio tra Glera e Pinot Nero nasce il Prosecco DOC Rosé, dalla tonalità rosa tenue e con un’eleganza olfattiva arricchita da note di lampone e fragolina di bosco. Un modo nuovo e differente di vivere l’incontro e la condivisione.

Prosecco DOC sarà al fianco di ApritiModa, in qualità di official sparkling, con una serie di momenti conviviali suggellati dalle bollicine veneto-friulane e che coinvolgeranno vari atelier e laboratori d’eccellenza artigianali aperti al pubblico per l’occasione.

In particolare, presso:

Aspesi, Brunello Cucinelli, Fratelli Rossetti, Enrico Coveri, Fondazione Arte della Seta di Lisio, Fondazione Ferrè, Luciano Bonino, Marella Ferrera, Martina e Sergio Vidal, Piacenza Cashmere, Raptus&Rose, Rubinacci, Cilento 1780, Aquaflor, Marcolin e Borsalino.